ONLINE

Video

In cosa consiste un servizio di consulenza online e perché potrebbe esserti utile? Nel video te lo spiego!

Vuoi informazioni specifiche rispetto alcune tappe dello sviluppo di tuo figlio, qualche dritta per risolvere difficoltà educative (i famosi capricci e le regole!), vuoi capire il significato di alcuni gesti comunicativi che il tuo bimbo mette in atto (tipo svolazzamento con le mani o irrigidimento di braccia e mani o piccoli “Tic”) ma hai un’agenda fitta di impegni e non riesci a ritagliarti tempo per venire in studio da me?

Sei interessato a qualcuno dei miei servizi ma abiti troppo lontano?

Ho pensato alla risposta più semplice e pratica per te: il mio servizio di consulenza on line.
Attraverso un collegamento di un’ora via skype, davanti ad una webcam, nel giorno ed orari a te più comodi, potrò rispondere ai tuoi dubbi, al bisogno di far chiarezza circa alcuni atteggiamenti del tuo bambino e darti una mano nelle difficoltà che incontri sul piano educativo. In maniera diretta e personalizzata.

Perché una consulenza on line? Come può essere utile dal momento che non vedo il bambino?
Perché non è sempre necessario lavorare con lui, il piccolo (o grande!)protagonista  in questione.
Spesso infatti attraverso il colloquio con i genitori, i nonni o più in generale chi si occupa di lui, emergono elementi sufficienti e necessari per impostare un lavoro, le modifiche di routine o di atteggiamenti che dovrebbero portare al cambiamento della situazione che vi ha spinti a rivolgervi a me.
Molto frequentemente ciò che è necessario è solo modificare il punto di vista pedagogico, educativo con cui si guarda al bambino.

I suoi scatti d’ira, gesti incomprensibili, ripetitivi, capricci, difficoltà ad accettare le regole, l’eccessiva irrequietezza assumeranno tutta un’altra lettura. Saranno più semplici da decodificare.
Una volta che siamo consapevoli di cosa c’è alla base degli atteggiamenti del bambino, possiamo valutare le strategie di risposta, quelle più idonee e anche possibili in base alla realtà in cui vive il bambino e al suo contesto. Più consone e opportune per lui. E per questo può bastare un colloquio, con chi si prende cura di lui, e alcuni consigli pratici.

Non ultimo c’è un altro aspetto molto importante da considerare.
Nella mia lunga esperienza, ho notato che, purtroppo, quando si inizia il percorso di consulenza pedagogica o psicomotricità si tende a pensare che il bambino sia il problema per il quale ci si rivolge allo specialista. Questo giudizio passa sul piccolo, minando la sua autostima. Si tratta di un processo involontario e spesso inconsapevole sia da parte dei genitori che del figlio.
Per questo è importante cambiare prima di tutto il punto di vista con cui si osserva e guarda al bambino e quindi alcuni meccanismi della relazione con lui. E questo è un lavoro che si fa “tra grandi”.
Poi, eventualmente se necessario, si interverrà anche sul bambino.
A volte basta davvero pochissimo, una consulenza on line, per esempio e alcuni piccoli giochi o attività da fare a casa.

CONTATTAMI

Dott.ssa Marcella Ortali

Pedagogista – Psicomotricista – Esperta nella Gestione dei Gruppi
Membro del Coordinamento Regionale di Anupi Educazione – Emilia Romagna

Telefono

+39 347-3177573

Studi

L’Albero del Pensiero via Giordano Bruno 118 Cesena
Vivavoce via Monte Santo 21 Forlì 47121

SCRIVIMI