Forse non sarà un’associazione immediata per tutti, ma devo confidarvi un segreto: il livello di attenzione è direttamente collegato al livello tonico del corpo.

Vi assicuro che non è semplice deformazione professionale, secondo la quale ogni nuova acquisizione, esperienza o apprendimento dipende dal corpo. Vi ho sottolineato l’importanza del tono muscolare sin da quando, nel mio libro, vi accennavo ai primi dialoghi tonici tra genitori e figli. Proseguendo nell’osservazione dello Sviluppo Psicomotorio del bambino ci accorgiamo di come riusciamo a capire se è attento a ciò che lo circonda grazie al livello tonico del corpobimbo annoiato

Quante volte ci troviamo davanti bambini che, indipendentemente dall’età, non riescono a stare fermi e perdono la concentrazione sulle cose? Vorrei soffermarmi a riflettere su una cosa:

non riescono a stare fermi e quindi perdono la concentrazione oppure perdono la concentrazione e quindi cominciano a muoversi?

Nei bambini piccoli questo è esattamente quello che succede. Nel momento esatto in cui l’attenzione crolla (per esempio perché la favola o la canzoncina sono finite) il corpo ricomincia a muoversi e il bimbo ricomincia a guardarsi intorno sgambettando. Crescendo non è semplice, come può sembrare, rispondere alla domanda che ho fatto precedentemente. È un po’ come la famosa domanda se è nato prima l’uovo o la gallina. Noi, però, abbiamo una fortuna: la risposta non è importante.

Ebbene si! La realtà, infatti, è che non ci importa sapere se è l’attenzione a cedere per prima e il corpo la segue, oppure se il corpo cede e l’attenzione gli va dietro, ciò che per noi è importante sapere è che le due cose sono, in ciascuno dei due casi, strettamente collegate.

[su_spacer]

Corpo e attenzione sono un tutt’uno.

Questo perché il segreto di un’adeguata attenzione nei bambini, così come negli adulti, è che si può raggiungere solo attraverso un adeguato tono muscolare.

Se il tono è troppo alto (bimbo iper attivo, agitato, eccitato, arrabbiato, ecc) l’attenzione crolla, ma allo stesso modo anche se il tono è troppo basso (bimbo stanco, depresso, ammalato, triste, ecc.) l’attenzione nuovamente crolla.

[su_spacer]

Quindi per allenare l’attenzione nei bambini perché non passare attraverso il corpo allenandolo a riconoscere, raggiungere e mantenere un adeguato tono muscolare?

Una corretta educazione e conoscenza del proprio corpo da al bambino la possibilità di dominare, gestire e coordinare i suoi movimenti e le competenze cognitive che da questi, o dal controllo di questi, derivano.

giochi di equilibrioPer questo un ottimo metodo per aiutare il bambino nel raggiungimento e mantenimento di un buon livello di attenzione è proprio quello di allenare il corpo attraverso il raggiungimento di un adeguato livello di tono muscolare. Questo comporta dover imparare ad ascoltare il proprio corpo e comprendere che siamo noi a gestirlo e non è lui ad influenzare noi e le situazioni che viviamo.

Per alcuni bambini vorrà dire fare attività rilassanti e che li aiutino ad abbassare un po’ il livello energetico ma per altri bambini vorrà dire alzare un po’ livello di energia del corpo. Ci sono molte attività, anche da fare in casa, che potrebbe servire come “allenamento”, di seguito vi faccio alcuni semplicissimi esempi.

Per alzare il tono muscolare e, di conseguenza, l’energia si potrebbe:

  • fare giochi di salti (sul posto, sul letto, ecc),
  • fare una battaglia di cuscini,
  • fare un ballo sfrenato.

Per aiutare i bambini ad ascoltare il proprio livello tonico e imparare a gestirlo abbassando all’occorrenza, il tono energetico si potrebbebimbo sull'erba

  • fare giochi di salti o di corsa poi farli stendere a terra e ascoltare il battito del cuore che da forte comincia a rallentare,
  • massaggi con oggetti differenti (pennelli, spugne, palline, ecc), ai bambini piacciono tanto e sono utilissimi,
  • giochi sulla respirazione e sul rilassamento (per esempio, gioco del burattino in cui il bambino dovrà far diventare molli o rigide parti del corpo sempre diverse).

Questi che vi ho elencato sono solo alcuni giochi che, come immaginerete non pretendono di far aumentare automaticamente le capacità di attenzione, ma hanno come scopo quello di creare le fondamenta di un buon controllo del corpo e la relativa possibilità di aumentare i tempi di attenzione.

Sperimentate qualcuno di questi esercizi, poi fatemi sapere come sta andando!