Psicomotricità e Pedagogia in Pillole. Scopri di più con la rubrica di Marcella Ortali, Pedagogista e Psicomotricista a Forlì e Cesena.

Gioco e apprendimenti scolastici

Quando si parla di apprendimenti scolastici, generalmente, le prime cose che ci saltano in mente sono: un banco, una lavagna, un libro e una lezione da imparare con poca voglia.

In realtà molte cose che sono alla base dei requisiti scolastici si imparano attraverso le azioni pratiche della quotidianità, il gioco può essere una di queste.

Per esempio, per imparare i concetti base dell’organizzazione e gestione dello spazio, che saranno fondamentali nel momento in cui i bambini cominceranno a scrivere e incolonnare operazioni nei loro quaderni, ci sono vari giochi che ci possono aiutare per allenare questa abilità. Le mappe, la caccia al tesoro, la costruzione di labirinti sono solo alcuni esempi di attività che possono divertire i bambini di ogni età e aiutarli nella comprensione e nell’organizzazione dello spazio.

 

mappe

Gioco e apprendimenti scolastici, quindi, sono un binomio che andrebbe sempre più valorizzato e incentivato.

 

Proiezioni, riproduzione spaziale, orientazione, dimensioni, distanze, misurazione, sono tutti concetti complessi e basilari in molteplici contenuti didattici che possono, tranquillamente, essere allenati, approfonditi e imparati giocando e divertendosi.

Potreste organizzare in casa una caccia al tesoro, disegnare una mappa e chiedere ai bambini di riprodurla nella stanza o viceversa.

Se avete dei bambini che amano disegnare potreste chiedere loro di disegnare la loro stanza cercando di riprodurre i mobili nell’esatta posizione in cui si trovano nella realtà.

Se trasformate questi giochi in un’attività di gruppo o squadre (con gli amici, con il babbo, con i nonni o i fratelli), per i bambini, sarà ancora più stimolante e divertente.

Cosa ne pensate ci avete mai provato?